Al termine della realizzazione di un sistema di schermatura, la Sati Shielding S.r.l. è in grado di effettuare un collaudo della stessa mediante misurazione diretta dell’induzione magnetica nelle aree che sono state protette. La sorgente può essere di tipo artificiale, come ad esempio un avvolgimento alimentato da una data corrente, ma al fine di operare un vero e proprio collaudo occorre fare riferimento alla reale sorgente in quanto la distribuzione spaziale del campo magnetico può risultare molto differente. Nel caso di installazione di schermature per nuovi impianti occorrerà pertanto attendere l’istallazione e la messa in servizio della sorgente.

Le misure verranno eseguite in ottemperanza alla normativa CEI 106-27, EN 62110 che prevede, nel caso di campi considerati non uniformi, che il livello del campo magnetico nel punto di interesse debba essere misurato a tre altezze: 0,5 m, 1,0 m e 1,5 m dal suolo o dal livello del pavimento dell’edificio.

Inoltre tale normativa prevede che vicino alle apparecchiature di potenza o in un edificio la misura debba essere condotta a una distanza orizzontale di 0,2 m dalla sua superficie, dal bordo o da una parete.

Sati Shielding S.r.l. utilizza per il collaudo solo strumentazione certificata con calibrazione effettuata ogni due anni. Sati Shielding S.r.l. è in grado di effettuare collaudi puntuali mediante strumentazione portatile (PMM8053 con sonda EHP50C e EP330) e monitoraggi nel tempo mediante stazione fissa autoalimentata con funzione di dataloggging (AMB-8057).

Al termine della fase di collaudo viene redatta una relazione tecnica riportante il confronto tra i valori di induzione magnetica in assenza ed in presenza del sistema di mitigazione.